Il seme dell'Autostima

Visto il successo del workshop “La grande Autostima” che si è tenuto a Roma sabato scorso (9 novembre 2013) ho chiesto a Paolofabrizio De Luca, lo psicologo e psicoterapeuta che ha curato la parte tecnica del workshop, di scrivere due righe sull'autostima.

Sono concetti chiari, alla portata di tutti e che possono chiarire alcuni aspetti del problema.

Ecco le parole di De Luca.


Spesso si sente parlare di Autostima. Non di rado arrivano in terapia persone che esordiscono con "il mio è un problema di Autostima". Un concetto molto più profondo di quanto si possa pensare, determinante per il benessere nella nostra vita. Tutti i giorni, specialmente in questi tempi di crisi, ci sentiamo messi a dura prova dalle pressioni di una società in eterno cambiamento, che ci costringe continuamente a confrontarci con vari tipi di stress, che erodono sempre più le nostre certezze. Allora nascono le insicurezze, che alimentano un diffuso stato di inadeguatezza, un senso di mancanza di valore personale, la sensazione di non essere amati e apprezzati a sufficienza. Ma cos'è in fondo l'Autostima? Essa corrisponde a quel processo che porta a considerare noi stessi validi a livello personale sulla base di auto-percezioni. L'Autostima è la quantificazione di quanto apprezziamo noi stessi e gli altri. Si tratta di uno stato percettivo che si modifica durante il corso della vita e che, troppo spesso, subisce il peso di fattori esterni che modificano pesantemente l'immagine che abbiamo di noi stessi. Un lavoro che non soddisfa le nostre aspettative, una relazione finita, la difficoltà di comunicare in modo adeguato con gli altri sono tutti fattori che possono portare un senso di inefficacia nella nostra vita e ciò si riflette sull'immagine interiore. L'Autostima vera invece è una risorsa capace di aiutarci a sviluppare quello che realmente siamo, indipendentemente dai fattori esterni. Perché le soluzioni vere sono già dentro di noi. Possiamo lavorare sulla scoperta delle nostre “qualità e talenti”, che si nascondono nel profondo, in quel luogo oscuro e fertile che è la nostra anima. Lì sono custodite tutte le nostre risposte. Bisogna imparare ad accettare questo mondo misterioso che è la nostra anima, senza porre giudizi. Se le emozioni forti, gli attacchi di panico, la tristezza ci vengono a trovare è perché una parte di noi ci vuole parlare, ci chiede attenzione. I disturbi sono solo i segnali che una mente più profonda ci sta mandando per risvegliarci e aumentare la percezione che abbiamo di noi stessi. Come? Con l'accettazione di ciò che noi siamo e di ciò che proviamo, senza giudizi. In realtà è il giudizio che impedisce la crescita dell'Autostima. Siamo sempre pronti a giudicarci in modo impietoso. Spesso crediamo di essere sbagliati quando lo è soltanto il nostro modo di valutarci. L'Autostima è una risorsa interiore capace di aiutarci a sviluppare quello che siamo. Come nel caso di Valentina che dopo sette anni di tentativi non era riuscita a trovare un lavoro stabile o adeguato agli studi compiuti. Era da sempre una studentessa modello però non riusciva a rendere giustizia al suo 110 con lode in giurisprudenza. In sette anni aveva provato ad intraprendere più lavori, inerenti e non il suo corso di studi. Non riusciva a superare i periodi di prova e le selezioni. Dopo numerosi colloqui lavorativi comprese che aveva bisogno di mettere in discussione qualcosa della propria vita. Iniziò così la sua psicoterapia e subito scoprì che era sempre troppo severa con se stessa e con gli altri. Mi disse "Dottore ho L'Autostima sotto i piedi, mi sento sola e la mia vita sembra sempre un fallimento". In terapia Valentina scoprì come L'Autostima potesse essere la fonte per trovare nuove energie e raggiungere i suoi obiettivi. Liberò la mente dagli schemi, dai ricordi, dalle parole dette. Si accorse che, piano piano, una nuova strada si era materializzata sul suo orizzonte. Scoprì la sua capacità di relazionarsi con gli altri e soprattutto che il suo valore non dipendeva da cosa pensassero le persone. L'Autostima rinforzò e valorizzò le sue qualità, attivò i suoi talenti che diventarono fonte di consapevolezza e sicurezza. Iniziò a valorizzare la sua femminilità e a prepararsi per concorsi impegnativi. Si trovò così ad arrivare a vincere due concorsi importanti e a dover scegliere addirittura. Le sue ambizioni nel tempo crebbero al punto da programmare la sua partecipazione al concorso in magistratura. Molto spesso ci ostiniamo su strade che per noi sono impercorribili perché non sono compatibili con la nostra vera essenza. Per questo arriva l'insuccesso e spesso, quando siamo proprio ostinati, il sintomo. Scoprire che l'Autostima è già dentro di noi, ci porta a sentire il giusto entusiasmo che serve nella vita. Questa consapevolezza è la base della rinascita che diventa l'atto d'amore migliore che possiamo compiere verso noi stessi. Nel nostro mondo interiore è presente un grande tesoro che spesso abbiamo paura di cercare. Ci sentiamo in difetto di andare a recuperare qualcosa che è già nostro. Per iniziare la ricerca serve la passione. Innamorarci delle cose che ci piacciono è possibile solo se la nostra Autostima è stabile, indipendente, libera di fluire. Se ci dimentichiamo delle cose e dei piccoli gesti che ci piacciono rischiamo di soffocare ed esaurire la gioia e la voglia di vivere. Possiamo lavorare su due aspetti: uno teorico mentale e uno corporeo, perché la Terapia Psicosomatica pone una grande attenzione fra le relazioni mente-corpo. È un processo basato su metodi ormai collaudati da molti anni, che riescono a portare in breve tempo una persona a ritrovare un giusto equilibrio, con se stessa e con gli altri. Bisogna ricordare che un'autentica "Autostima" sospende il giudizio, incoraggia le proprie passioni, si rapporta con il proprio mondo interiore, taglia i rami secchi, ama se stessa, rispetta gli altri e si nutre del presente. Oggi è qualcosa alla portata di tutti.

Dott. Paolofabrizio De Luca.

...

La soddisfazione maggiore per noi che facciamo corsi è quella di veder la gente soddisfatta. Spesso prima di un corso i volti sono pieni di aspettative, ancora chiusi sulle proprie problematiche e in attesa di una risposta chiara ed efficace.

Ma una volta finita la giornata i volti si distendono, sono rilassati e radiosi, perché capiscono che ci sono tanti strumenti per migliorare l'Autostima.

La speranza ritorna a visitarli perché il problema dell'Autostima è pienamente risolvibile. Ne “La grande Autostima” vengono presentate tecniche efficaci, sperimentate da anni in America e in Italia, dietro le quali si nascondono quasi sessant'anni di ricerche.



Abbiamo ricevuto moltissime richieste anche da Napoli e per questo motivo, al di là delle nostre previsioni, abbiamo deciso di organizzare a novembre un nuovo corso sull'Autostima.

Quindi eccezionalmente vi aspettiamo



sabato, 30 novembre 2013 a Napoli.



È un evento unico e irripetibile.

Ci sono solo pochi posti ancora disponibili.

Per maggiori informazioni Clicca QUI



Amedeo Formisano



Post correlati: